Ho sentito l’altro giorno il giovane Agnelli che di qualunque cosa si parli, riguardante la Juventus, c’e’ sempre la parola “vittoria”.

SEMPRE!!!!

“Chi viene a giocare per la Juventus ha solo un alternativa…VINCERE…”

Sembra una banalità, una frasetta motivazionale e invece…

è tutto qui…

Tra le prime cose che insegni, come Mental Coach Sportivo, per il raggiungimento di un obiettivo e’ il potere del FOCUS, ovvero cio’ su cui ci si concentra, ci si focalizza… e cio’ che insegni subito dopo è “recidere l’alternativa” ovvero, se il mio obiettivo è vincere, non prendo minimamente in considerazione la sconfitta, non e’ tra i miei pensieri, NON ESISTE!!!

Nella società Juventus questo si percepisce dall’esterno, dai dirigenti, dagli allenatori e dai giocatori…figuriamoci se ci passassi una settimana a Vinovo, percepiresti tutto questo in ogni gesto, da parte di chiunque!!!

Il FOCUS crea la realtà!!!

Andando più nello specifico, se l’unica alternativa è la Vittoria, si sarà più focalizzati al lavoro, alla serietà professionale, all’adattamento, al sacrificio, tutte cose che in una società come la Juventus vedi da lontano, e vedi i giocatori “cambiare” in questo senso quando cominciano a vivere quell’ambiente. E gli esempi sarebbero tantissimi.

Cosi non ti sorprendi di 7 scudetti consecutivi, quasi 8…

Il Focus, come ti dicevo, ha la capacità di creare la realtà intorno a te, e ti inverto il ragionamento per aiutarti a capire meglio: hai presente i tuoi risultati attuali? le tue gare? le tue sconfitte? Bene, derivano dal tuo Focus…

Ora, se ci ragioni, e scopri che è così, allora sei a buon punto, se invece la reazione è di mandarmi a quel paese, ti informo che sei ben lontano da capire cosa sia il “FOCUS” e soprattutto quale sia il tuo…

Nel mio libro ” IN TESTA” in uscita il 28 Febbraio 2019, viene spiegato attentamente cosa significa avere il giusto FOCUS, come rendersene consapevoli e come svilupparne uno VINCENTE.

Ma, tornando alla Juventus, dalla loro parte hanno anche un AMBIENTE di tifosi molto sereno, che gli permette di lavorare ed avere ben poche “interferenze” mentre le altre societa’ si ritrovano tifoserie perdenti e distruttrici, predisposte alla critica piuttosto che sostenere nonostante tutto!!!

Ricordo Mourinho all’Inter, Capello alla Roma e altri grandi allenatori che hanno saputo “alienare e proteggere” la squadra e la societa’ da un ambiente distruttivo…rari casi purtroppo.

Lo sport, e il calcio meritano equita’ di MENTALITA’, cosi si giochera’ alla pari.

Il futuro e’ vicino!!!

Allena la tua mente!!!!

 

Davide Coscarella