Sai cosa distrugge la tua Performance?

Sai cosa distrugge la tua Performance?

Se sei un atleta, sai perfettamente che ci sono giorni in cui ti va tutto a meraviglia, ti diverti, le cose ti vengono naturali, e nulla sembra poterti fermare.

Se sei un agonista e o un professionista, sai perfettamente allo stesso modo, che ci sono giornate in cui non ti viene proprio nulla, sembri sinceramente l’ombra di te stesso, e la tua performance sembra quella del peggior dilettante del tuo sport.

Qual’è la differenza?

Si potrebbe dire che quel giorno ti sei svegliato storto; in realtà sei storto già da un pò, che tu ne sia consapevole o no…

…ebbene si, la tua mente ha cominciato a creare i presupposti al disastro mentre tu ti allenavi come al solito e ti facevi il tuo sforzo e sacrificio quotidiano.

Ma perchè?

Perchè la tua performance può essere distrutta e o limitata fortemente dalla tua testa e dalle tue emozioni: tecnicamente si chiamano “interferenze”

Detta in gergo “umano” è quella strana roba che ti fa dire: “Boh!?! è più forte di me, non lo so cosa è successo, oggi non era giornata….”

Si, ti senti impotente, non capisci e perdi il controllo, nulla è più chiaro…

Cosa puoi fare?

Sappi che hai 2 tipi di interferenze: quelle interne e quelle esterne:

  • interne, vuol dire generate da te stesso, ovvero da quello che ti dici nella tua testa, e dal tuo atteggiamento, ad esempio: “non mi sento in forma oggi” oppure “oggi sono stanco” o meglio ancora “oggi è inutile, l’avversario è troppo forte” e così via…
  • esterne, vuol dire tutte quelle interferenze “reali” che possono minare il tuo stato d’animo come ad esempio: un terreno da gioco particolare, una gara specifica che mette maggiore pressione, un pubblico ostile, un errore arbitrale e così via…

La prima cosa che devi fare è riconoscerle, diventarne consapevole, accettare il fatto che qualcosa e o qualcuno ha il potere di limitare il tuo potenziale.

A dire il vero te la dico bene: Sei Tu che dai il potere a qualcosa o a qualcuno di limitare il tuo potenziale, facendoti perdere concentrazione su l’unica cosa alla quale devi dedicare la tua attenzione, ovvero il gioco.

Tranquillo, ci sono soluzioni molto semplici per poter gestire interferenze e i tuoi stati d’animo: Focus, ovvero dove poni la tua attenzione, Dialogo Interno, ovvero ciò che ti dici, e Fisiologia, ovvero la tua postura, respirazione e tono di voce.

Prima cosa, ripeto, impara a riconoscerle, semplicemente annotandole, già ti fare fare una piccola grande differenza di performance.

Se, invece vuoi accellerare la tua crescita e eliminare questo fastidio ordina il libro “IN TESTA”, il primo manuale di alfabetizzazione al lavoro mentale che ti spiega cosa vuol dire allenare la tua mente e come poter eliminare le tue Interferenze.

Puoi pre-ordinarlo lasciando i tuoi dati qui sotto, verrai avvisato tramite mail dell’uscita del libro per effettuare l’acquisto in anteprima.